All posts by admin

Intolleranza al Lattosio, informativa

Intolleranza al Lattosio, informativa

L’intolleranza al lattosio è una condizione in cui l’organismo non riesce a digerire lo zucchero presente nel latte e nei suoi derivati.

Il disturbo, che si stima interessi almeno il 40% degli italiani, può essere di origine genetica e dunque comparire già dall’infanzia, oppure manifestarsi in età adulta.

Non è un disturbo pericoloso, ma è associato a sintomi fastidiosi (meteorismo, flatulenza, gonfiore addominale, diarrea, stitichezza), che possono essere evitati solo eliminando o riducendo il lattosio nella dieta.

Si tratta di un deficit di lattasi, un enzima prodotto dalle cellule dell’intestino tenue, che scindono il lattosio in glucosio e galattosio, e ne permettono l’assorbimento.

Carenze di lattasi fanno sì che il lattosio arrivi fino al colon, dove reagisce con i batteri presenti, dando luogo ai problemi intestinali tipici dell’intolleranza.

L’intolleranza al lattosio può essere una normale conseguenza della crescita.

Infatti durante l’infanzia i livelli di lattasi diminuiscono naturalmente.

In questo caso si parla di intolleranza primaria al lattosio, mentre l’intolleranza secondaria è causata dalla riduzione della lattasi dopo una malattia (come una gastroenterite acuta o una malattia infiammatoria), un intervento o un trauma intestinale.

Esiste infine un’intolleranza congenita al lattosio. In questo caso è una mutazione a causare l’assenza totale di lattasi..

La terapia principale consiste nell’eliminare dalla dieta latte e prodotti caseari ricchi di lattosio, anche se il loro consumo non lede la mucosa intestinale come nel caso dei celiaci e del consumo di glutine. Possono essere ingeriti i formaggi stagionati, come per esempio il pecorino, il provolone o il parmigiano reggiano, che hanno un contenuto minore di lattosio e sono facilmente tollerabili. Questi formaggi, inoltre, sono un ottimo sostituto al latte per l’assunzione di calcio, perché ne contengono una grande quantità. Anche se può sembrare strano, le persone intolleranti al lattosio non hanno grossi problemi con lo yogurt. Questa stranezza deriva dal fatto che nel latticino in questione sono presenti alcuni batteri che digeriscono parzialmente il lattosio. Maggiore attenzione si deve prestare, invece, con gli yogurt aromatizzati.

L’esame diagnostico più diffuso per accertare l’intolleranza al lattosio è il Test del respiroBreath test, un esame non invasivo, che consiste nell’analisi dell’aria espirata dal soggetto prima e dopo la somministrazione di una dose di lattosio.

Nel momento in cui lo zucchero del latte non viene digerito e inizia a fermentare, infatti, si ha un’iper-produzione di idrogeno: se il test rivela che l’aria espirata è eccessivamente ricca di questo gas, significa che è presente l’intolleranza.

Un Test genetico, invece, può accertare l’eventuale origine o predisposizione genetica (sia omozigote, assenza completa di Lattasi, che eterozigote, diminuzione di Lattasi) del disturbo.

Il Laboratorio SwissLab effettua il prelievo sia per il Test del Respiro al Lattosio ed al Lattulosio che per il Test Genetico.

More

Esame Emocromocitometrico e morfologico

Esame Emocromocitometrico e morfologico

Si consiglia digiuno da almeno 8 ore

L’esame si esegue in Sede

Tipo di prelievo: sangue intero-edta-provetta tappo viola/lilla

Metodo: conta globuli automatico a 20 parametri con formula leucocitaria

I campioni devono essere processati entro 3 ore dal prelievo

Tempo di risposta:1 giorno lavorativo

L’esame prevede la determinazione di:

 

Esame Sigla Unità di misura Valori normali uomo Valori normali donna Valori normali bambino
Globuli bianchi Wbc 10^3/microL 4-10 4-10 4-12
Globuli Rossi Rbc 10^6 microL 4.5-6 4-5.5 4-5.3
Emoglobina Hb Gr/dl 13-17 11-16 11-15
Ematocrito Ht % 42-52 37-47 36-47
Volume corpuscolare medio Mcv fl 80-100 80-100 77-96
Contenuto emoglobinico medio Mch pg 27-32 27-32 25-34
Concentrazione emoglobinica globulare media Mchc % 32-37 32-37 31-36
Piastrine Plt 10^3 microL 130-400 130-400 170-420
Neutrofili Ne % 40-75 40-75 20-50
Linfociti Ly % 20-45 20-45 40-70
Monociti Mo % 0-8 0-8 5-15
Eosinofili Eo % 0-5 0-5 2-8
Basofili Ba % 0-2.5 0-2.5 0-2
More

Centro anti Fumo

Centro anti Fumo

DESIDERI SMETTERE DI FUMARE MA NON CI RIESCI?

NOI POSSIAMO AIUTARTI!

Perugia check up ambulatorio anti-fumo
responsabile: dr.ssa Carmen Rundo
medico chirurgo,
specialista in igiene e medicina preventiva

fumare nuoce gravemente alla tua salute e al tuo benessere
fumare non è un vizio
fumare è una dipendenza causata dalla nicotina, una delle innumerevoli sostanze tossiche contenute nel fumo di tabacco

Servizi

  • trattamenti individuali personalizzati per la cessazione dell’abitudine al fumo
  • valutazione degli effetti sulla salute dovuti all’abitudine al fumo di tabacco
  • consulenza e realizzazione di programmi di promozione della salute nei luoghi di lavoro attività di formazione nei luoghi
    di lavoro (ad esempio, in tema di primo soccorso, prevenzione dei rischi occupazionali, etc.), in collaborazione con medici specialisti in medicina del lavoro.

Trattamenti individuali e personalizzati

  • Prima visita valutazione clinica, misurazione del monossido
    di carbonio nell’aria espirata, intervento di rinforzo della motivazione a smettere di fumare ed eventuale prescrizione di una terapia farmacologica,
    anche con farmaci di origine naturale.
  • Visite di controllo a distanza di una settimana e, successivamente,di uno, due, tre, sei e 12 mesi dall’interruzione dell’abitudine al fumo.

scarica la brochure

More

Giornata di sensibilizzazione Osteoporosi

Giornata di sensibilizzazione Osteoporosi

Il 21 Marzo 2015 il Centro Medico Perugia Check-up dà l‘opportunità gratuita di eseguire, previo appuntamento, una MOC ad US del calcagno e di ricevere informazioni in merito a tutti gli aspetti relativi all’osteoporosi tramite un colloquio con i professionisti

More